La giostrina di gobbi

Questa giostrina è stata creata da Gianna Gobbi, una collaboratrice di Maria Montessori che lavorava con i bambini piccoli. E’ la terza giostrina che si propone al bambino o alla bambina, dopo un intervallo temporale di circa due settimane/ un mese dalla precedente. Considerate sempre l’interesse del bambino e basatevi su questo: quando non vi sembrerà più coinvolto dalla precedente potrete passare ad una nuova proposta. Considerate che verso i 3/4 mesi il bambino con nuove competenze acquisite, è in grado di distinguere le sfumature di colore e la profondità, per questo potrà fissare a lungo il mobile sia immobile, sia se lo farete dondolare leggermente.

Le misure possono variare, ma le proporzioni sono importanti, io vi consiglio di rispettare queste misure perchè le trovo adatte.

  • materiali

5 sfere polistirolo diametro 4 cm

1 bacchetta in legno di diametro 5 mm e lunghezza 26 cm

5 matassine di filo da ricamo di 5 sfumature diverse in gradazione

tempera o acrilico per dipingere la bacchetta (il colore dovrà essere lo stesso della matassina di cotone più scura)

uno stecchino da spiedino, forbici, un ago

  • realizzazione
  1. dipingere la bacchetta di legno
  2. perforare le sfere di polistirolo al centro, aiutandosi con uno stecchino da spiedino 

3. ricoprire le sfere di polistirolo con il cotone, consiglio di farlo inserendo il cotone nell’ago e attraversando la sfera passando dal buco al centro creato con lo spiedino. Quando sono ricoperte, lasciate del filo in più che servirà per legare le palline.

4.assemblaggio elementi della giostrina : assemblare gli elementi con il filo in più considerando che la sfera del colore più chiaro sarà quella più in alto (15 cm dalla sfera alla bacchetta), mentre quella più scura sarà quella più in basso (30 cm dalla sfera alla bacchetta), cioè più vicino al bambino.

Usare una gruccia per aiutarvi nel momento dell’assemblaggio e poi fissare con un filo su un supporto sporgente almeno 25 cm dal muro, per esempio un supporto di mensola.

Non tentate delle soluzioni non fissate e provvisorie perchè se dovessero cadere potrebbero arrecare danni al bambino, nonostante la struttura sia molto leggera.

Posizionate la giostrina vicina al suo viso ma abbastanza lontana in modo che non possa toccarla.

E.. buon divertimento ai vostri fortunati bambini e bambine!

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *