la giostrina degli ottaedri

Questa è la seconda giostrina che si propone al bambino o alla bambina, dopo un intervallo temporale di circa due settimane dalla precedente. Personalmente ho atteso di più finchè Emma non ha mostrato scarso interesse per la precedente. Verso le 5 /6 settimane di vita si può proporre questa giostrina che si caratterizza per:

  • la forma -> tridimensionale
  • i colori -> primari (giallo, rosso e blu).

Nella realizzazione degli ottaedri il più piccolo va realizzata in giallo, quello medio in rosso, mentre quello grande in blu, in ragione del fatto che il blu è il colore rispetto al quale il neonato ha più difficoltà di percezione.

Le misure possono variare, ma le proporzioni sono importanti, io vi consiglio di rispettare le misure appuntate sull’immagine, che si riferiscono allo spigolo dell’ottaedro, perchè le trovo adatte.

  • materiali

cartoncino giallo

cartoncino rosso

cartoncino blu

1 bacchetta in legno di diametro 7 mm e lunghezza 25 cm

bava trasparente, colla, forbici,  righello, matita

  • realizzazione
  1. dipingere la bacchetta di colore bianco
  2. realizzare gli ottaedri

 

 

 

 

 

 

 

 

3. assemblaggio elementi della giostrina : assemblare gli elementi con la bava e l’aiuto di un pò di colla istantanea una volta trovato il punto di equilibrio.

Usare una gruccia per aiutarvi nel omento dell’assemblaggio e poi fissare con un filo su un supporto sporgente almeno 25 cm dal muro, per esempio un supporto di mensola.

Non tentate delle soluzioni non fissate e provvisorie perchè se dovessero cadere potrebbero arrecare danni al bambino, nonostante la struttura sia molto leggera.

Posizionate la giostrina vicina al suo viso ma abbastanza lontana in modo che non possa toccarla.

E.. buon divertimento ai vostri fortunati bambini e bambine!

Ciaaaaaao

Potrebbero piacerti